Storia di Colle di Val d'Elsa nel medioevo 3. Egemonia fiorentina e sviluppo cittadino. Parte prima: Gli anni ghibellini, 1300-1321


PREZZO : EUR 32,00€
CODICE: ISBN 8895368142 EAN 9788895368146
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : , 09
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Storia di Colle di Val d'Elsa nel medioevo 3. Egemonia fiorentina e sviluppo cittadino. Parte prima: Gli anni ghibellini, 1300-1321

PREZZO : EUR 32,00€

CODICE :
ISBN 8895368142
EAN 9788895368146

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
, 09

ANNO:
2012

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
384 pagine
Brossura con alette
cm 15 x 21 x 2,2
gr 645

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore e quarta di copertina:
Il terzo volume della storia di Colle di Val d'Elsa nel medioevo si apre con questa Prima Parte che abbraccia un periodo breve, la spanna della generazione che vide il proseguire di un conflitto guelfo-ghibellino drammatizzato adesso dalle vicende della maggiore città di Toscana, Firenze, lacerata da due successive ondate di divisioni interne, e da un quadro italiano ed europeo mutante e spesso imprevedibile: la sede papale traslata in terra di Francia, il conflitto per la corona di Sicilia, gli orientamenti cangianti della politica dei papi nelle loro relazioni con i sovrani e con l'impero tedesco, l'avvento di Enrico VII e la sua discesa in Italia, suscitatrice di grandi passioni che sopravvissero alla sua morte a Buonconvento nel 1313. Entro questo scenario la comunità di Colle, ancora in fase di ascesa economica, urbanistica e culturale e di consolidamento del dominio sul territorio rurale, continuò a perseguire la politica di alleanza guelfa e di solidarietà con Firenze che era stata impostata nella seconda metà del Duecento. Ma continuò anche a difendere una propria autonomia politica e a cercare di disinnescare la convivenza interna da quei grandi conflitti, sino a cadere in sospetto di ghibellinismo. In realtà, al di là della divisione guelfo-ghibellina e dei contrasti tra magnati e popolani, la prima generazione del Trecento fu segnata per Colle dall'assestamento di meccanismi di governo che conclusero presto su una grande stabilità del ceto dirigente: un complesso di poche centinaia di famiglie al governo della cittadina e del suo distretto. È una storia che viene ricostruita qui attraverso una documentazione più ricca e più articolata che per il Duecento, dalla quale è estratta una silloge ampia di documenti editi, come il primo registro notarile colligiano e i registri delle delibere dei Consigli dei Dodici e del Capitano del Popolo. Attraverso queste fonti si attinge la struttura della vita comunale nella sua concretezza, si colgono le interferenze organiche tra interessi pubblici e privati, tra le realtà ecclesiastiche e il governo comunale, ed anche la ricchezza di quella cultura scritta di carattere pratico, di quella cultura diffusa nel laicato che fu l'opaco e solido sfondo del trionfo letterario toscano del Trecento.

Sommario:
pag. 9 Introduzione
13 1. L'assestamento istituzionale
61 2. Colle e il suo territorio: lo sviluppo economico e sociale del primo Trecento
135 3. Gli anni della ripresa ghibellina
193 Appendice documentaria
195 Sezione Prima. Documenti da serie archivistiche diverse, 1300-1321
239 Sezione Seconda. Estratti dalle delibere comunali, 1312-1320
287 Sezione Terza. Dal registro del notaio Nerius qd. Chelis Paganelli, 1306-1311 (Archivio di Stato di Firenze, Notarile Antecosimiano, 15890)
375 Elenco delle opere citate.


ARGOMENTO: , , , , , , , , ,
GENERE: , ,