Le due Italie. Relazioni economiche fra il Regno Normanno di Sicilia e i Comuni Settentrionali

BUONE CONDIZIONI

PREZZO : EUR 33,50€
CODICE: ISBN 8878350753 EAN 9788878350755
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Nota introduttiva di:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE : L'altra Europa
DISPONIBILITA': In esaurimento


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Le due Italie. Relazioni economiche fra il Regno Normanno di Sicilia e i Comuni Settentrionali
BUONE CONDIZIONI
PREZZO : EUR 33,50€

CODICE :
ISBN 8878350753
EAN 9788878350755

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore: Nota introduttiva di:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:
L'altra Europa

ANNO:
1991

DISPONIBILITA':
In esaurimento

CARATTERISTICHE TECNICHE:
410 pagine
Brossura con alette
cm 14,5 x 22,5 x 2,4
gr 640

NOTE:
VOLUME IN BUONE CONDIZIONI

DESCRIZIONE:

Seconda di copertina:
Nelle pagine di questo libro il lettore si imbatte nell'origine del dualismo economico italiano, negli anni, cìoè, intorno al 1200 in cui si fa per la prima volta visibile il contrasto tra un'Italia settentrionale caratterizzata da grandi centri urbani di attività manifatturiera e mercantile e un Mezzogiorno prevalentemente agricolo, produttore di materie prime e di ingenti quantità di beni alimentari per il consumo nelle città settentrionali.
Il libro ha un oggetro definito: i rapporti tra il Regno normanno e i mercanti delle città di Genova, Pisa e Venezia.
L'indagine storica di Abulafia getta, tuttavia, luce sull'intera Italia del XII secolo, che, dopo la frantumazione seguita alle invasioni barbariche e alla fine della pax romana, riacquistava allora la sua unità econonica. Comprendere le cause della disparità, che caratterizza sin dall'inizio quest'unità e determina, da una parte, una civiltà comunale in cui agiscono figure come S. Francesco, Dante e Giotto, e, dall'altra, uno Stato agricolo, retto da una monarchia accentatrice e in mano ai feudatari e proprietari terrieri, è uno dei compiti storici più ardui. Abulafia, tuttavia, assolve una parte fondamentale di questo compito, mostrando il ruolo rilevante avuto dai mercanti delle città settentrionali nella nascita di uno sviluppo e di uno scambio ineguali tra le due Italie.

Indice:
pag. 1 Nota introduttiva di Giuseppe Galasso
7 Prefazione all'edizione italiana: Il Mezzogiorno italiano in rapporto con i suoi vicini verso il 1200
33 Prefazione
37 Avvertenza sulle tavole statistiche
39 Abbreviazioni
PARTE PRIMA. I fondamenti
45 1. Le fonti
77 2. Le risorse
PARTE SECONDA. Lo sviluppo dei commerci
107 3. Il primo periodo delle alleanze, 1116-54
137 4. L'alleanza marittima del 1156 e le sue conseguenze
181 5. Crisi e superamento della crisi, 1162-79
217 6. Un decennio di concorrenza pacifica, 1179-89
239 7. L'ultima fase delle alleanze, 1189-91
265 8. "Quid plura?", 1191-95
PARTE TERZA. Le vie del commercio
293 9. La struttura del commercio genovese con la Sicilia, 1155-64
337 10. La struttura del commercio nell'ultimo periodo normanno
369 Conclusione
373 Bibliografia
387 Indice analitico


ARGOMENTO: , , , , , , ,
GENERE: , ,