Il condottiero. Vita, avventure e battaglie di Bartolomeo Colleoni

OTTIME CONDIZIONI

PREZZO : EUR 11,50€
CODICE: ISBN 882002215X EAN 9788820022150
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE :
DISPONIBILITA': Disponibile


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Il condottiero. Vita, avventure e battaglie di Bartolomeo Colleoni
OTTIME CONDIZIONI
PREZZO : EUR 11,50€

CODICE :
ISBN 882002215X
EAN 9788820022150

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:


ANNO:
1996

DISPONIBILITA':
Disponibile

CARATTERISTICHE TECNICHE:
240 pagine
Brossura con alette
cm 13 x 21 x 1,6
gr 300

NOTE:
VOLUME IN OTTIME CONDIZIONI

DESCRIZIONE:

Note di copertina:
"Di statura più che alta, vigoroso e possente, ha la testa piantata sul largo collo taurino, il volto scavato e asciutto, gli occhi chiari, il naso forte, le narici grandi, il labbro sporgente, la bocca imperiosa dell'uomo atto al comando". È questo il ritratto di Bartolomeo Colleoni a trentatrè anni, nel pieno di quella sua bellezza e virilità che, già all'epoca, hanno del leggendario: la sua storia d'amore con la regina Giovanna II di Napoli è fin cantata dai poeti suoi contemporanei. E' uno dei più grandi condottieri di quell'età di ferro, caratterizzata da azioni gagliarde e infami atrocità, che vede all'opera tanti capitani di ventura simili a lui, il più delle volte ardimentosi, sovente ambigui, sempre avidi e ambiziosi. Bartolomeo non fa eccezione quanto ad ardimento: in nessun caso nelle tante battaglie vinte o perdute, da quella dell'Aquila a quella della Riccardina, lo si potrà tacciare di viltà, né si potrà imputargli d'essersi sottratto al suo dovere di soldato. L'ambiguità - ben lo sapeva il Machiavelli - era vizio intrinseco di quel pur sempre periglioso mestiere, e Bartolomeo non ne fu immune, benché in lui risulti attenuato da un'autentica "vocazione" alle armi. Ma Bartolomeo Colleoni è, sopra ogni altra cosa, emblema del suo tempo, di una complessa epoca di trasformazione in cui i confini tra virtù e vizio, tra amor d'intrigo e abilità politica sono labilissimi, quasi inesistenti. E Mariana Frigeni riesce a fondere meravigliosamente la vita avventurosa di Bartolomeo con i non meno avvincenti fatti storici che interessarono la nostra penisola lacerata da lotte intestine e perciò soggetta a ingerenze esterne di ogni tipo. Il lettore si troverà "naturalmente" immerso in una storia che è di per sé romanzo, tanto l'età e l'esistenza del grande condottiero sono intrise di fascino e dense di sorprese: non ultima quella di Bartolomeo che -progenitore inconsapevole del Fitzcarraldo cinematografico - valica con le sue galee le montagne del Garda…
"È l'Italia del Quattrocento, l'Italia dei condottieri; la terra dei capolavori d'arte e dell'assassinio; la patria dell'inganno concepito e alimentato come una delle arti politiche più raffinate; l'universo brutale e insieme mirabile in cui si coltivano i doni della fortuna e della virtù alla stessa maniera; l'Italia di Machiavelli: il regno non dei fìni, ma del fine che giustifica i mezzi."

Indice:
pag. 1 1. Il primo incontro
9 2. Bartolomeo cambia rotta
20 3. Una passione amorosa
27 4. Tumulti e trionfi nella Roma dei papi
38 5. Una problematica convivenza ducale
48 6. Bartolomeo e il mito di Enea
60 7. Alabarde e vessilli all'Aquila
75 8. Agli ordini della Serenissima
94 9. La rocca imprendibile
95 10. Tisbe Martinengo da Brescia
99 11. Addio, Giovanna, mia regina!
110 12. Duello col Piccinino
126 13. Navigando sui monti
144 14. L'Italia negli anni del Colleoni
160 15. L'amaro pane del Visconti
171 16. Prigioniero nei Forni di Monza
187 17. Capitano generale della Serenissima
205 18. A Venezia per l'investitura
212 19. Paura a Milano
223 20. Medea e il dramma di Colleoni
227 21. A Bergamo per sempre


ARGOMENTO: , ,
GENERE: , ,