Cristoforo Colombo l'ultimo dei templari

BUONE CONDIZIONI

PREZZO : EUR 25,00€
CODICE: ISBN 8820039877 EAN 9788820039875
AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:
EDITORE/PRODUTTORE :
COLLANA/SERIE :
DISPONIBILITA': In esaurimento


TITOLO/DENOMINAZIONE:
Cristoforo Colombo l'ultimo dei templari
BUONE CONDIZIONI
PREZZO : EUR 25,00€

CODICE :
ISBN 8820039877
EAN 9788820039875

AUTORE/CURATORE/ARTISTA :
Autore:

EDITORE/PRODUTTORE:


COLLANA/SERIE:


ANNO:
2005

DISPONIBILITA':
In esaurimento

CARATTERISTICHE TECNICHE:
360 pagine
14 ill. colori, 14 ill. b/n
Rilegato con sovracoperta
cm 15,5 x 22,5 x 2,5
gr 505

NOTE:
VOLUME IN BUONE CONDIZIONI

DESCRIZIONE:

Commento dell'editore:
Solo un marinaio premiato per i suoi meriti? Oppure qualcosa di più? Nonostante siano passati cinque secoli dalle sue eccezionali scoperte, l'uomo Cristoforo Colombo rimane un mistero tanto profondo quanto i suoi legami con i potenti del suo tempo: questo libro indaga un complotto che si estende per secoli, un intreccio storico-politico-teologico con sottofondo alchemico-esoterico che non potrà non meravigliare coloro che credevano di sapere già tutto sul personaggio e le sue avventure. Perché non fu Colombo ad approdare per primo su quelle terre: un antico codice alessandrino, nella biblioteca di Innocenzo VIII, dava già le giuste coordinate. E questo è solo l'inizio... Certamente l'impresa di Colombo fu quella definitiva: l'umanità è cambiata solo in seguito ai suoi quattro viaggi. Ma lo sfondo su cui avvennero queste missioni rimane terribilmente ricco di misteri…

Note di copertina:
Chi era Cristoforo Colombo? Un marinaio premiato al di là dei suoi meriti? O qualcosa di più, molto di più? Perché si firmava Christo Ferens, colui che porta a Cristo? Sulla base di una nuova interpretazione di antiche carte e documenti, l'autore rivisita le vicende del "navigatore dei due mondi" e della "scoperta" dell'America. Quanto si sostiene in questo libro non è mai stato affermato in cinque secoli di scritti colombiani: complotto secolare, thriller storico-politico-teologico, sottofondo alchemico-esoterico, sorprendenti parentele, eredità templari e cavalleresche. Sullo sfondo, "mappe impossibili", spedizioni e sbarchi precedenti al 1492 fra realtà e leggenda, personaggi come Marco Polo, Pico della Mirandola, Paolo Dal Pozzo Toscanelli. Partendo dalla caduta di Costantinopoli, dal confronto Oriente-Occidente, dall'inquietante somiglianza fra Colombo (definito nepos) e Innocenzo VIII (il papa fatto sparire dal successore spagnolo Rodrigo Borgia), da una lapide in San Pietro, dai fondi per la partenza, dalle lotte e dai segreti del Vaticano ("otro mundo" compreso) scopriremo che l'esploratore sapeva dove sarebbe giunto: un mondo nuovo, non l'Asia.
Non fu il primo ad approdarvi: un antico codice alessandrino, nella biblioteca di Innocenzo VIII, dava già le giuste coordinate. Come conferma il turco Piri Reis, che avanza anche un predescubrimiento, una «pre-scoperta» da parte di Colombo.
Certamente Colombo fu il definitivo: l'umanità è cambiata solo in seguito ai suoi quattro viaggi. La storia fu poi stravolta, la Spagna poté impadronirsi dell'Eldorado e la ragione di stato, nel tempo, prevalse. Avvalendosi di apparati iconografici, di libri e pubblicazioni anche straniere, questo saggio rivoluzionario, appassionante come un romanzo, rivisita a 360 gradi la vicenda della «scoperta dell'America», proponendone una lettura nuova, ricca di fascino e di mistero.
Una data, un nome, un enigma: 12 ottobre del 1492. È lo spartiacque che contraddistingue la nascita dell'era moderna. Grazie a un navigatore del mistero. Da 500 anni, su questa data, sul nome e sul personaggio Cristoforo Colombo, viene raccontata la stessa storia: lo scopritore, dopo aver compiuto quattro viaggi nelle Americhe, morì nel 1506 senza avere mai compreso dove fosse sbarcato. Era convinto che quei territori facessero parte dell'Asia. Ma i fatti non andarono così. La storia fu cambiata. È giunto il tempo di rovesciarla come un'antica clessidra... lo strumento che segnava il tempo per gli uomini di mare. Perché, come scrive Colombo, «la verità trionfa sempre» e «io non resti confuso in eterno».

Indice:
pag. XI Premessa
XIII Carità, verità, giustizia
1 1. La caduta di Costantinopoli
26 2. La matrice di Genova e Padova
45 3. Colombo, il figlio di Innocenzo VIII
69 4. Un'epigrafe in San Pietro
89 5. Dalle streghe a Pico della Mirandola
115 6. Santa Croce e la lancia di Longino
134 7. Vaticano, Campidoglio, Quirinale
156 8. Monaci, cavalieri e vichinghi
179 9. Marco Polo e l'America-Cipango
203 10. La mappa dell'infedele Piri Reis
225 11. Il trucco delle tre carte
246 12. L'esoterica firma di Colombo
273 Note
343 Ringraziamenti


ARGOMENTO: , , , , , , , , , ,
GENERE: , ,